FAQ

Domande frequenti sui tatuaggi e piercing

 

Quotidianamente ci vengono poste moltissime domande in merito alla realizzazione e cura del Tatuaggio e del Piercing. Abbiamo cercato di darvi delle risposte chiare e semplici in modo da rendervi la vita più facile ed eliminare ogni dubbio ed incertezza. Ricordatevi che il Tatuaggio ed il Piercing sono per sempre!, quindi con criterio scegli l’Artista al quale ti affidi, in base alle capacità, professionalità ed esperienza.

 

 

Tempi di guarigione dei diversi piercing

 

Sopracciglio

Pulizia 2-3 volte al giorno con soluzione salina. Tempo di guarigione 6-8 settimane.

 

Narice

Pulizia 2-3 volte al giorno con soluzione salina. Tempo di guarigione 6-8 settimane. Si effettua solo con cerchietto successivamente si può mettere altro gioiello.

 

Setto

Pulizia 2-3 volte al giorno. Tempo di guarigione 5 settimane.

 

Orecchio
(per orecchio si intende : Cartilagine, Trago, Infra cartilagineo, Conca)

Pulizia 2-3 volte al giorno con soluzione salina. Tempo di guarigione 3 mesi.

 

Labret
(labbra in generale)

Pulizia 2-3 volte al giorno con soluzione salina + sciacqui con collutorio per la parte interna dopo i pasti. Tempo di guarigione 6-8 settimane.

 

Lingua

Pulizia del gioiello dopo i pasti con collutorio successivamente fare sciacqui. Tempo di guarigione un mese. Durante la cura evitare cibi piccanti o troppo caldi, fumo e alcolici. Tempo di guarigione 6-8 settimane.

 

Capezzolo

Pulizia 2-3 volte al giorno con soluzione salina. Tempo di guarigione 3-6 mesi.

 

Ombelico

Pulizia 2-3 volte al giorno con soluzione salina. Tempo di guarigione 6 mesi – un anno.

 

Surface

Non essendo piercing passanti ma bensì sottocutanei sono ad alto rischio rigetto perciò è fondame-tale mantenerli puliti. Pulizia 2-3 volte al giorno con soluzione salina. La guarigione è lunga 4-6 mesi.

 

Guancia

Durante la guarigione si consiglia di mangiare piano e soprattutto di non mangiare cose acide o salate. Fate sempre sciacqui col collutorio dopo aver mangiato, bevuto o fumato. (Anche se per la prima settima-ba meglio evitare di bere e fumare.) Fuori usare soluzione salina. Tempo di guarigione 1-3 mesi.

 

Microdermal

Sono piercing innovativi e poco invasivi, ancorati sotto la cute. Tenere un cerotto fisso almeno per la prima settimana, apparentemente guariscono in poche ore ma, per crescere ed ancorarsi la belle sotto cutanea ha bisogno di almeno 1 mese. Evitare di lasciare troppo a lungo il dermal senza testina(o steel)perché sono impianti “vaganti” cioè che finché non si sono ancorati possono spostarsi rialzarsi o ricoprirsi con sottili strati di pelle. Per qualsiasi domanda, informazione o chiarimento potete rivolgervi a noi.

 

BUONA GUARIGIONE

Come curare un tatuaggio

Giorno 1-2

Appena finito il tatuaggio il tatuatore lo pulirà per bene e lo coprirà con uno strato di pellicola trasparente. Aspetta 3-4 ore e togli la pellicola. Lava il tatuaggio fresco con acqua corrente (quasi calda) e sapone neutro fino a che non avrai tolto tutto l’inchiostro in eccesso, plasma e sangue. Asciuga il tatuaggio tamponandolo gentilmente con un pezzo di scottex monouso, quando il tatuaggio sarà asciutto fallo respirare per 10-15 minuti, poi ricoprilo con la pellicola senza metterci nessuna crema ripeti tutti I passaggi elencati sopra per I primi 2 giorni (se la pelle non si irrita).

 

Giorno 3-4

E ora di smettere di usare la pellicola, dovrai semplicemente fare così: lava il tatuaggio fresco con acqua corrente (quasi calda) e sapone neutro fino a che non avrai tolto tutto l’inchiostro in eccesso, plasma e sangue. Asciuga il tatuaggio tamponandolo gentilmente con un pezzo di scottex monouso, quando il tatuaggio sarà asciutto curalo con della crema per tatuaggio, mettendo-ne una piccola quantità e massaggiandola finché non si sarà assorbita per bene. Ci sono tantissimi tipi di creme sul mercato, e ogni tatuatore ha preferenze di-verse, io consiglio vivamente il burro di karitè, hustle butter (entrambi vegani) o bepanthenol. Metti poco prodotto per far respirare il tatuaggio il più possibi-le, ripeti tutti I passaggi elencati sopra per 3 volte al giorno per I giorni seguenti.

Non grattare eventuali crosticine che potrebbero formarsi, verranno via da sole quando lavi il tatto°, evita piscina/mare per le prossime 2/3 settimane, evita il sole diretto e metti la protezione massima se dovessi esporre il tatuaggio al sole.

Come curare un piercing / microdermal

Vi sono diversi modi per curare il proprio Piercing. La cura varia da posizione a posizione; quelle che vi proponiamo sono frutto della nostra esperienza personale per cui seguendo queste operazioni il vostro piercing guarirà senza darvi grossi problemi. Premetto che queste cure servono solo a tenere la pelle pulita da batteri o da sporcizia. I piercing non vanno toccati per nessun motivo sopratutto con mani anche solo vagamente sporche perché hanno una secrezione acida naturale. I farmaci cicatrizzanti o antiinfiammatori non devono essere usati per la pulizia quotidiana del vostro foro. La pelle deve guarire in modo naturale seguendo i propri ritmi e i propri tempi. Generalmente le cure per le posizioni dove la superficie della pelle è simile, vengono eseguite allo stesso modo. Girare il gioiello mentre con soluzione salina pulite la parte. In alcuni piercing questa operazione viene anche associata all’utilizzo di un sapone neutro da usare durate il bagno o la doccia. Può succedere che il vostro piercing si infetti o che si infiammi; in questo caso non fate di testa vostra e non ascoltate consigli di persone poco esperte. Nella maggior parte dei casi, i problemi sono risolvibili con una diversificazione temporanea dei disinfettanti con cui si cura il foro. Ovviamente non bisogna aspettare troppo tempo per contattare lo studio per esporre il problema. Fate attenzione perché non tutti possono farsi eseguire un piercing. Bisogna tener conto di un aspetto molto importante che è quello morfologico della parte che si ha intenzione di forare. Non fidatevi di persone che non vi controllano la parte prima di forarvela.